Come intervenire nella dislessia?

I disturbi specifici dell'apprendimento (DSA)

Misure compensative e dispensative

Le misure compensative sono strategie o strumenti informatici e non, che hanno lo scopo di compensare il disturbo.

Al ragazzo DSA, cui è concesso di utilizzare il computer o di avere semplificato un compito, non è fatto nessuno sconto, al contrario gli si offre l’opportunità di lavorare al pari degli altri.
Gli strumenti compensativi sono:
il personal computer, la sintesi vocale, la calcolatrice, la tabella delle formule, la tavola pitagorica, l'utilizzo di mappe concettuali o mentali e cartine durante le interrogazioni, il dizionario digitale, una diversa presentazione delle modalità di verifica, ecc...

Sono invece misure dispensative: gli esercizi più corti, evitare la lettura ad alta voce, ridurre i compiti a casa, evitare l'apprendimento mnemonico, ecc. La loro applicazione è prevista dalle note ministeriali in tema di DSA riportate più sopra.
L’utilizzo di tali strumenti in classe e a casa non elimina il disturbo, ma agevola l'apprendimento e richiede da parte degli insegnanti la conoscenza del disturbo e delle sue manifestazioni. Gli ausili utilizzati a scuola e casa devono essere il più possibile adattati alle caratteristiche specifiche di ciascun bambino/ragazzo.
E’ di fondamentale importanza riuscire ad istaurare con lo studente una buona relazione basata sulla fiducia e sulla stima reciproca per consentirgli di sperimentarsi e non far abbassare la sua autostima con conseguenze psicologiche talvolta severe.

I NOSTRI SOFTWARE

   
quickly (Software gestionale per i doposcuola)
anastasis (Società di realizzazione dei software specialistici)
geco (Software per individuare il proprio metodo di studio)
supermappe
Supermappe
(Software di supporto)
epico (Software compensativo per lo studio)
ridinet (Servizio online per il trattamento DSA)

Interventi riabilitativi

Gli interventi migliori sono quelli altamente personalizzati.
Gli interventi riabilitativi saranno indicati dallo specialista che valuterà quale trattamento, è indicato. Questo deve essere individualizzato e basato non solo sulle caratteristiche e manifestazioni del disturbo, ma dovrà tenere conto delle abilità integre del bambino, i cosiddetti punti di forza.

I trattamenti riabilitativi non sono comunque indicati nel ragazzo più grande.
Gli adulti DSA (dai 18 anni) possono essere sottoposti a valutazione clinico-diagnostica con test specifici diversi da quelli utilizzati per i bambini (in sicilia il Policlinico di Messina offre questo servizio; per fissare un appuntamento basterà inviare una mail con i propri dati a diagnosidislessia@gmail.com).

Per gli adulti non è indicato un trattamento riabilitativo. Essi possono utilizzare strategie e strumenti abilitativi (soprattutto informatici) in grado di agevolare le attività di studio e lavoro.